Home > Come contare le carte a blackjack

Come contare le carte a blackjack

Come contare le carte a blackjack

Se riuscirai a rimanere sufficientemente attento per tutta la partita e ricordare di volta in volta il totale della somma mentale saprai che, se il totale che hai in mente è alto è il momento di scommettere di più, se invece è basso, la mano è a favore della casa e quindi è bene che tu scommetta il meno possibile oppure affatto. Quindi ricapitolando, il sistema K. Sebbene il sistema descritto nel capitolo precedente lo consideriamo il più facile, anche questo che vi racconteremo non è da meno rispetto ai successivi. Anche se il problema di questi sistemi facili è la loro efficacia, ma si sa, quando è troppo facile poi è meno efficace.

Questo sistema prende in considerazione le figure che valgono 10 tra le carte del mazzo e da un indicatore sul maggior rischio che potremmo prenderci sulla puntata. In un solo mazzo di carte, composto da 52 carte, il rapporto delle figure con il totale delle carte è di 3, Nel conteggio che si effettua bisogna solo considerare le carte che valgono 10 che escono e in base a quello capire se ci sono nelle mani successive più probabilità che escano queste carte oppure no. Naturalmente bisogna tenere il conto di quanti mazzi ci sono prima della mischiata e in base a quello capire le carte che avanzano e quindi il rapporto in cui si è in questo momento.

Per fare questo conteggio bisogna essere bravi con i conti, altrimenti sarà difficile stare al passo. La certezza è che il rapporto iniziale di partenza è sempre di 3,25 indipendentemente dal numero di mazzi , e piano piano che escono le carte bisogna mentalmente aggiornare questo rapporto. La regola da rispettare è che se il rapporto supera il 3,25 allora le nostre probabilità diminuiscono, se il rapporto diminuisce allora aumenteranno le nostre probabilità. Tutto questo prendendo in considerazione che più carte che valgono 10 ci sono rispetto al totale e più ci sono probabilità di fare 21 o comunque un numero che si avvicina come ad esempio Questo è semplice da capire perchè se il rapporto aumenta vuol dire che diminuiscono le carte di valore 10 rispetto al totale e viceversa.

Personalmente a noi è capitato di sfruttare questa strategia con un trucco nel vario conteggio , infatti non stiamo a calcolare il rapporto ogni volta perchè non siamo capaci c'è chi ci riuscirebbe ma non noi ma andiamo a naso. Il trucco è sempre di considerare il rapporto 1 su 3. Se esce una figura su 3 carte allora il rapporto si mantiene attorno al 3,25 e quindi siamo in una situazione di incertezza, mentre se le carte che valgono 10 ne escono più di 1 su 3 allora il rapporto diminuirà e le probabilità aumenteranno.

Prendete questo sistema come cultura personale e se lo applicate fatelo sempre a naso come abbiamo fatto noi. Sebbene si tratti di un sistema facile, tenete sempre a mente che non è un metodo preciso nè scientifico: A nostro avviso è importante padroneggiare il sistema delle figure di dieci in quanto è una base per capire il conteggio delle carte in generale. Quelli che seguono Sistema Hi ghly Opt imum I e II , sono i due sistemi più difficili da mettere in pratica, in quanto evoluzione diretta dell'Hi-Lo ma sviluppati in modo tale da limitare al massimo gli errori statistici di tale conteggio madre, che rendono questi ultimi molto più precisi ed affidabili.

Sfortunatamente non è molto facile tenere il conto delle carte assegnandogli i valori che questi sistemi prevedono, ma per completezza te li mostriamo e li spieghiamo al meglio. Prima di analizzare il valore delle rispettive carte tieni presente che il sistema Hi-Opt I da elevate possibilità di vincita, molte di più degli altri, quando si gioca a BlackJack con un solo mazzo, ma devi mantenere un livello di attenzione totale, da vero professionista, ai quali tale sistema è consigliato, se sei alle prime armi invece utilizza prima quelli precedenti.

Come sempre ci piacciono le cose pratiche, quindi anche in questo caso facciamo un esempio pratico che rende meglio l'idea più di ogni altra spiegazione e facciamo come se si stesse giocando con un unico mazzo di carte. Nel caso in cui un asso sia già uscito nel primo quarto di mazzo il conteggio rimane invariato, invece quando durante il gioco del primo quarto di mazzo di assi ne sono già usciti 2 le tue probabilità di vittoria con il BlackJack diminuiranno sensibilmente e dovrai sottrarre -1 al conto RC.

La situazione ottimale è essere ad un tavolo con 7 giocatori, perché, quando tutti i giocatori, compreso il banco, avranno effettuato la prima mano, sarà già uscito fuori circa metà mazzo, cioè 28 carte, quindi statisticamente ogni 2 mani dovrebbero uscire tutti e 4 gli assi. Per tenere il conto degli assi in maniera pratica, la maggior parte dei giocatori utilizza le fiches, dato che è il modo più semplice, altrimenti le dita o quello che vuoi, nel caso volessi tenere tutto a mente sappi che la cosa non sarà per niente facile. Derivante direttamente dal sistema Hi Opt I, il sistema Hi-Opt II rappresenta in assoluto il sistema più professionale e preciso di conteggio delle carte , ma anche il più complesso ed è pertanto consigliato solo a giocatori professionisti.

Entrambi i sistemi Hi Opt sono bilanciati, quindi parti col conteggio da 0 e arrivi alla fine a 0, in caso contrario vuol dire che hai sbagliato qualcosa. Il nostro consiglio spassionato è che, siccome il sistema Hi-Opt II è più preciso del suo livello minore ma di poco e da maggiori possibilità ma solo se saputo padroneggiare alla perfezione, per la sua difficoltà avrai bisogno prima di familiarizzare bene con il sistema Hi-Opt I, solo dopo ti potrai lanciare all'utilizzo di questo. Quelli che seguono sono una serie di sistemi molto avanzati, in quanto entrano in gioco molte più variabili che li rendono particolarmente ostici da imparare e da mettere in pratica.

Questa sezione è quindi destinata a tutti quegli utenti che ci seguono e che sono già ad un livello avanzato ma vogliono affinarlo ulteriormente. Il sistema di conteggio carte Omega II è uno dei più complessi e precisi che ci sono in circolazione e che richiede notevole impegno da parte di chi lo mette in pratica, il che si traduce in concentrazione estrema e tanto allenamento.

Il sistema Omega II è, ad oggi, ritenuto come uno dei più potenti sistemi per contare le carte a BlackJack , ma anche uno di quelli riservati ad una tipologia di utenti molto esperta, in quanto, specie per un giocatore alle prime armi è praticamente impossibile da adoperare. La maggiore difficoltà è data dai valori delle carte da tenere a mente, molto diversi dagli altri sistemi, infatti:.

Come vedi è molto difficile tenere il conteggio di questi valori, in più gli assi vanno contati a parte, esattamente come avviene per i sistemi Hi-Opt I e II e anche le regole di questi sistemi sono le stesse per l' Omega II. Consigliamo quindi veramente tanto allenamento prima di cimentarti in un sistema del genere, dopo di che puoi mettere alla prova la tua memoria e abilità di giocatore. Non farti ingannare dal titolo con il quale abbiamo introdotto questo sistema di conteggio carte , perché per semplice si intende quello un po' più facile da imparare non fra tutti i sistemi, ma nella cerchia di quelli considerati difficili e professionali. Il nome del sistema dovrebbe aiutarti in qualche modo a memorizzare la sua principale caratteristica che lo differenzia dagli altri, relativa al valore delle carte, soprattutto dalla carta 7 , la quale assume un valore diverso a seconda del suo colore:.

Abbiamo scelto di inserire questo sistema fra i complessi perché, pur essendo concettualmente semplice e per questo definito di livello 1, il metterlo in pratica presenta alcune significative difficoltà, superabili solo dopo aver fatto sufficienti allenamenti con sistemi più pratici. Attenzione massima quindi e un bel po' di pratica, anche a casa con alcuni mazzi di carte prima di pensare ad applicarlo al tuo tavolo da BlackJack prediletto. Quando si parla di sistemi per contare le carte di massimo livello, inevitabilmente si va a finire ad un sistema come quello Zen Count , in quanto è ritenuto dai massimi esponenti del settore, come uno dei più forti sistemi di conteggio in assoluto.

Capisci quindi che non è da tutti tenere a mente un conteggio del genere, motivo per il quale il sistema Zen Count è un sistema di livello 2 a tutti gli effetti e ritenuto il massimo quando si parla di precisione e risultati. Anche questo sistema, come gli altri sopra citati, ha bisogno di molta esperienza di gioco da effettuare prima con sistemi un po' più semplici da adoperare, solo dopo che sei diventato un abile giocatore con gli altri metodi puoi pensare di praticare un sistema come lo Zen Count. Sono passati diversi mesi di tentativi e di ragionamenti prima di capire che per allenarsi a contare le carte a BlackJack esistono 2 principali metodi e per evitare di farti perdere tempo inutile, come abbiamo fatto noi, te li indichiamo subito anche a te:.

L'allenamento duro è molto impegnativo e deve essere svolto ogni giorno, per un periodo che va dai 15 giorni ai 3 mesi. Se entro questo periodo non riuscirete ancora ad applicare il sistema Hi Lo , allora vuol dire che non siete predisposti per il conteggio mnemonico. Se siete da soli dovete mettervi con un mazzo di carte sul tavolo, mischiare e girare le carte una ad una, in cui a mente vi segnerete il punteggio complessivo partendo da zero.

Il risultato finale dovrà essere zero, in caso contrario avrete sbagliato. Alla fine dei 3 mesi massimo dovete metterci un minuto per eseguire il conteggio del mazzo. Questo allenamento è comunque consigliabile di farlo in 2 o più persone in modo da simulare il più possibile un tavolo da gioco. Con una croce o altro simbolo dovete annotare nella colonna giusta la carta uscita. Ogni colonna parte dall'alto col conteggio, l'importante che la tabella sia allineata per le righe per capire la lunghezza della colonna.

Infatti, dopo un po' di annotazioni vedrete al volo quale colonna ha più annotazioni , e capirete se il punteggio è alto o basso e quindi in che fase siete. Nei Casino online applicare la strategia del conteggio delle carte è impossibile , perchè il software rimescola ad ogni mano il mazzo di carte e poi perchè dovremmo fidarci di un software e non sulla pura probabilità. Il nostro vantaggio consiste quindi nel puntare cifre alte quando la situazione è a nostro favore il mazzo è caldo cioè ricco di figure e assi e puntare poco quando la situazione è a favore del banco true count basso o negativo. La cosa importante da tenere a mente è che questa tecnica funziona! Prima di andarla ad esaminare in dettaglio, facciamo solo un piccolo esempio, per rendere più chiare le idee.

Siamo seduti al tavolo con altri due giocatori ed utilizziamo il sistema Hi Lo che verrà esaminato in dettaglio più avanti. Supponiamo che il banco abbia un 5 , il primo giocatore 7,8 , il secondo giocatore 10,3 e noi 4,6. Passiamo ora al secondo giocatore: Che dovrà poi essere convertito considerando il numero di mazzi rimasti, cosa che studieremo più avanti, per il momento è importante capire che il conteggio delle carte è una operazione aritmetica davvero elementare.

Ne analizzeremo quattro molto in dettaglio più che altro per motivi didattici e perché sono tra i più diffusi tra i giocatori, mentre degli altri, più avanzati, daremo dei brevi accenni:. Molti di questi metodi iniziano con il conteggio dallo zero. Quindi, quando vi sedete, al tavolo dovrete partire da zero. Di conseguenza ogni volta che vedrete una carta scoperta il punteggio aumenterà o diminuirà in linea generale di 1 a seconda del metodo che state utilizzando.

Vi ricordo che dovete tenere traccia non solo delle vostre carte, ma anche di quelle che vedete degli altri giocatori e del banco. Lo scopo del conteggio consiste nello sperare che il numero del true count diventi alto e positivo. Inoltre per il giocatore diventa utile l'assicurazione e il raddoppio ha una probabilità maggiore di successo. Quindi più è alto il conteggio true count e più soldi dovreste scommettere. Se invece il conteggio è negativo ad esempio -2, -3, -4, Si possono raggiungere anche vantaggi più alti del 2. Tali percentuali dipendono molto dal numero di ore che si gioca, dalla penetrazione delle carte, dalla variante del BJ in uso e anche dall'abilità di chi conta le carte.

Se vogliamo essere precisi la matematica stabilisce che ogni volta che il true count sale di una unità il vantaggio del giocatore sale, in corrispondenza, dello 0. Questo 0. Cioè se applicando la strategia base, della variante del ventuno con cui stiamo giocando, il banco ha un vantaggio iniziale dello 0. Il succo della tecnica consiste nell'effettuare puntate da un euro ad esempio fino a quando il conteggio non ha un numero alto positivo in pratica le puntate iniziali servono solo per fare la conta. Quando quel numero è raggiunto, allora si punta ad esempio 50 euro, di conseguenza le vincite cambiano. Quando farete queste variazioni di puntate state molto attenti, perché il primo che potrebbe accorgersi che contate le carte è proprio il croupier.

Badate bene che chi conta le carte e sa che il mazzo è caldo non vince soldi perché ha la probabilità di gioco dalla sua il vantaggio, anche se di poco, è sempre a favore del dealer , quanto piuttosto dal fatto che diventano favorevoli delle azioni a cui il banco non ha diritto come il potersi fermare anche con un punteggio basso, il raddoppio, la divisione e l'assicurazione, oltre all'aumento della probabilità di fare blackjack. L'atto di contare le carte con solo il vostro cervello senza quindi uso di apparecchiature elettroniche è considerato perfettamente legale e al contempo non viene considerato come truffa.

Non esiste alcuna legge o regola del black jack che impedisce di contare le carte. Poiché i casino sono proprietà privata hanno il pieno diritto di chiedere al giocatore di andarsene, ma non possono intraprendere una azione legale nei suoi confronti. L'unica cosa che possono fare è forzare il giocatore ad allontanarsi. La prima cosa che bisogna fare è individuare la variante che si intende giocare al casino. Diciamo meglio: Quando avrete individuato il gioco che intendete battere, calcolate la strategia base corrispondente ed imparatela a memoria.

La dovrete conoscere tanto bene quanto conoscete le tabelline. Se vi chiedo quanto fa 3 per 4, cosa rispondete? Credo che tutti sappiano il risultato. Se vi chiedo cosa bisogna fare se avete 13 e il banco mostra un quattro, cosa rispondete? Ecco la risposta deve essere veloce come quella della tabellina. Sapete perché? Se dovete anche ragionare su come giocare, allora partite menomati. Il modo corretto di giocare deve essere un riflesso incondizionato: La seconda cosa da fare è scegliere il sistema di conteggio che fa sia al caso vostro, che alla variante che giocherete.

Il terzo punto consiste nell'allenarsi a contare da casa non al casino con le proprie carte. Ci sono vari esercizi per diventare bravi contatori. Il primo, quello da cui si inizia, consiste nel prendere un mazzo di 52 carte, estrarre una carta alla volta e dire ad alta voce il valore che rappresenta nel sistema di conteggio che avete scelto.

Contare le carte al Blackjack

L'High-Low (o Hi-Lo) è il metodo più utilizzato per il conteggio delle carte nel gioco del blackjack. Ecco come funziona e come utilizzarlo al meglio! Il conteggio . Negli ultimi anni la popolarità di film come 21 e libri come Bringing Down Strategie che implicano la capacità di contare il numero di carte. Il conteggio delle carte è una strategia usata nel gioco d'azzardo, in particolare nel blackjack, legale negli Stati Uniti da leggi federali, tuttavia è ferocemente combattuto dai casinò che lo considerano come un danno ai propri interessi. Come imparare a contare le carte a Blackjack, quali sono i metodi per principianti e quelli più avanzati con tutti i consigli su come apprendere nel più breve. I vari metodi per contare le carte al black jack in modo da poter ottenere dei o 15 del banco che lo costringe a tirare con il mazzo ricco di carte basse come il 4, . Come Contare le Carte. Contare le carte al blackjack serve per dare un vantaggio al giocatore. Contrariamente a quanto si pensi, non richiede un cervello alla. Se ci pensi, i conta-carte nel blackjack non fanno niente di diverso dai giocatori di poker, Come per la precedente affermazione, anche queste due sono false.

Toplists